Le novità procedurali per la richiesta di anticipo del 40% dei trattamenti Cigo, Cigd e assegno ordinario


Con messaggio n. 4335 del 18 novembre 2020, l’Inps illustra le novità procedurali per la gestione delle domande di CIGO, CIGD e assegno ordinario dei Fondi di solidarietà con causale COVID-19, per le quali venga stato richiesto anche l’anticipo del 40% del pagamento del trattamento.


Come noto, al fine di presentare una domanda di CIGO, di assegno ordinario (Fondi di solidarietà) o di CIGD con richiesta di anticipo del 40% occorre accedere, dal sito istituzionale www.inps.it, a “Servizi per aziende e consulenti”, “Prestazioni e Servizi” e, a seconda dei casi, selezionare “CIG Ordinaria”, “Fondi di solidarietà” o “CIG in Deroga INPS”. In fase di compilazione della domanda, nel quadro “Dichiarazioni”, se si seleziona l’opzione di pagamento diretto da parte dell’Inps, l’applicativo in automatico propone la scelta di richiesta dell’anticipo del 40%. In tale ipotesi, si devono preventivamente inserire i dati necessari per il pagamento tramite l’applicativo “Richiesta anticipo CIG”, raggiungibile da “Servizi per le aziende ed i consulenti”, “CIG e Fondi di solidarietà”, “Richiesta d’anticipo 40%”; laddove tale richiesta di anticipo non sia completamente definita, l’invio della domanda non viene consentito.
Per le domande di assegno ordinario e CIGD, successivamente all’invio è indispensabile l’inserimento del Ticket attraverso i seguenti passaggi:
1) selezionare il tasto “Inserimento Ticket”;
2) cercare la domanda con i dati ID e matricola già compilati automaticamente;
3) individuare la domanda da associare e cliccando il tasto “Associa”;
4) selezionare il tasto “Richiedi Ticket”, per cui viene visualizzato il numero del Ticket e si può procedere al salvataggio dell’associazione.
Qualora il Ticket non sia stato associato contestualmente all’invio della domanda, si può procedere anche in una fase successiva, con le seguenti modalità:
1) selezionando la voce di menu “Cerca esiti” nella schermata principale;
2) cercando la domanda con i dati della matricola Azienda (obbligatorio) e limitando eventualmente il periodo temporale di riferimento;
3) cliccando sul tasto “Inserisci Ticket”, disponibile solo per le domande senza il numero di Ticket, e inserendo i dati per completare la compilazione della relativa domanda.
Una volta inserite, le domande con richiesta di anticipo del 40% rimanngono in sospeso e senza protocollo fino a quando non vengono inseriti anche i dati necessari per il pagamento dell’anticipo stesso. Pertanto, è necessario verificare che l’inserimento dei dati sull’anticipo sia andato a buon fine, ossia che siano stati superati i controlli formali sui dati e, in ogni caso, che la domanda venga protocollata.
Nel caso in cui in fase di invio della domanda sia stata richiesta l’anticipazione di pagamento del 40%, ma non siano ancora stati inseriti i dati di pagamento dell’anticipo, è anche possibile rinunciare all’anticipo del 40%, il che consente l’immediata protocollazione della domanda di CIGD e/o di assegno ordinario permettendo all’Inps la sua lavorazione ed erogazione.
Altresì, finché la domanda risulta in stato “Pervenuta”, è sempre possibile procedere all’annullamento dell’intera domanda di CIGD e/o di assegno ordinario e della relativa richiesta di anticipo del 40%.
Infine, nel caso in cui le coordinate bancarie fornite nella Richiesta Anticipo 40% non abbiano superato il controllo di titolarità, perché, ad esempio, alla banca non risulta che l’IBAN inserito sia intestato al codice fiscale del beneficiario, è possibile presentare un’istanza alla competente Struttura territoriale dell’Istituto, chiedendo la modifica delle coordinate IBAN.