Eventi sismici 2016/2017: disposta la proroga della ripresa dei versamenti contributivi


Relativamente al sisma che ha colpito le Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria il 24 agosto 2016, 26 ottobre e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017, è prorogato al 31 gennaio 2019 il termine per la ripresa dei versamenti contributivi in unica soluzione.


Come noto, per tali Regioni è stato prorogato a gennaio 2019 la decorrenza della ripresa degli adempimenti e dei versamenti della contribuzione sospesa mediante rateizzazione, precedentemente fissata al mese di maggio 2018.
Il termine per la ripresa dei versamenti contributivi in unica soluzione era rimasto fissato al 31 maggio 2018., successivamente, però, è stato disposto che, gli adempimenti e i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, sospesi, sono effettuati entro il 31 gennaio 2019, senza applicazione di sanzioni e interessi, anche mediante rateizzazione fino ad un massimo di 60 rate mensili, di pari importo, da gennaio 2019.
Ne deriva che, relativamente alle suddette Regioni, è altresì prorogato il termine per la ripresa dei versamenti contributivi in unica soluzione, precedentemente fissata al 31 maggio, e ora differita al 31 gennaio 2019.
L’Inps fornirà a breve specifiche indicazioni per il versamento dei contributi sospesi in unica soluzione nonché per il pagamento con modalità rateale della contribuzione sospesa.